Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
31 dicembre 2008 3 31 /12 /dicembre /2008 20:03
   

CICLI & INCONTRI

 

 


CONFERENZE

   

DISCUTERE DI FILOSOFIA

 

PRESENTAZIONI

 

Paolo Farina, Gianmaria Ortes e il Settecento estraneo ai lumi

 

Con Paolo FarinaPiero Del Negro

 

Giovedì 15 maggio 2008

>>> Dettagli 

2008 Farina
 

Lorenzo Bonoli, Lire les cultures. La connaissance de l'altérité culturelle à travers les textes

 

Con Lorenzo Bonoli, Francesco Paolo Campione, Ugo Fabietti

 

Giovedì 6 novembre 2008

>>> Dettagli
2008 Bonoli

CAFE'-PHILO

 

Primavera

 

L'Attesa (Guenda Bernegger)

Dove cominciano gli altri (Lorenzo Bonoli)

Gli spazi del Pudore (Jean-Claude Luvini e Guenda Bernegger)

>>> Locandina Primavera

 

Autunno

Il silenzio (Maurizio Chiaruttini)

Guerra fra natura e Cultura (Gianni Gentile)

L'Attenzione (Guenda Bernegger)

>>> Locandina Autunno      


Repost 0
Published by filosofia-sfsi - in Attività 2008
scrivi un commento
6 novembre 2008 4 06 /11 /novembre /2008 16:15

L'incontro prende spunto dal volume

Lire les Cultures. La connaissance de l’altérité culturelle à travers les textes

di Lorenzo Bonoli

(Kimé, Paris 2008)

2008 Bonoli

Giovedì 6 novembre 2008, ore 20.00

IUFFP, Via Besso 48, Lugano

Interverranno: Lorenzo Bonoli; Francesco Paolo Campione; Ugo Fabietti

Introduzione: Virginio Pedroni


in collaborazione con l’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale (IUFFP) di Lugano.

Il libro

Com’è possibile descrivere una cultura che non condivide la nostra lingua, la nostra storia e la nostra visione del mondo ? Con quali parole e quali concetti possiamo riuscirci? In che misura la nostra appartenenza culturale condiziona ogni tentativo di descrizione e di comprensione di questa? In che misura inoltre un tale condizionamento interviene anche al momento della lettura di un testo etnografico? Che tipo di conoscenza dell’altra cultura può risultare allora da tale lettura? E soprattutto, in che modo è possibile far emergere una rappresentazione di una cultura straniera da un testo scritto in una lingua famigliare? Il libro Lire les Cultures propone un percorso interdisciplinare attraverso filosofia, antropologia e linguistica per tentare di rispondere a tali interrogativi.

 

L'autore

Lorenzo Bonoli è dottore in filosofia all’Università di Losanna dove si è specializzato su tematiche legate al linguaggio, l’interpretazione e la conoscenza con un interesse particolare rivolto ai problemi epistemologici posti dalla trasmissione dei saperi nelle scienze umane.

Lavora attualmente quale collaboratore scientifico all’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale di Lugano. È membro del Comitato della SFSI.

 

I relatori

Ugo Fabietti ha compiuto gli studi universitari a Milano e Pavia, dove si è laureato in Filosofia teoretica. Ha studiato Antropologia sociale all'EHESS di Parigi, conseguendo il Diploma in Antropologia sociale (Studi Africani). Ha condotto ricerche sul campo in Arabia Saudita, Iran e Baluchistan. I suoi interessi comprendono temi quali i processi di stratificazione sociale, l'identità etnica, la costruzione della memoria, la mimesi nella cultura, la religione nel mondo globale nonché argomenti di epistemologia e di storia dell'antropologia. 

Tra le pubblicazioni più recenti segnaliamo: Antropologia culturale. L'esperienza e l'interpretazione, Laterza, Roma 1999; Storia dell'antropologia, nuova edizione, Zanichelli, Bologna, 2001; Culture in bilico. Antropologia del Medio Oriente, Bruno Mondadori, Milano 2002; Elementi di Antropologia culturale, Mondadori Università, Milano, 2004.

 

Francesco Paolo Campione dirige il Museo delle Culture Extraeuropee di Lugano e insegna Antropologia culturale presso l'Universita' degli Studi dell'Insubria (Como e Varese). Ha compiuto ricerche sul campo in Nuova Guinea, in Sardegna. a Bali, nelle Isole della Sonda e in Laos (dal 2006). Si occupa in particolare d'antropologia dell'arte e dell'architettura, alternando le attività di ricerca sul campo con l'insegnamento accademico e la direzione d'istituti culturali e musei.

Tra le pubblicazioni recenti menzioniamo: Ethnopassion. La Collezione d'arte etnica di Peggy Guggenheim, Mazzotta, Milano 2008; La Collezione Brignoni, 2 voll., Mazzotta, Milano 2007; Wagan. Arte e musica del Sepik, Edizioni Città di Lugano/MCL, Lugano. Edizione bilingue, 2006;  L'incanto delle donne del mare. Le Ama di Hèkura nell'opera di Fosco Maraini, Edizioni Città di Lugano/MCL, Lugano 2005.

 

Virginio Pedroni presidente della Società Filosofica della Svizzera Italiana, è docente di filosofia al Liceo di Lugano 1. Ha studiato filosofia nelle Università di Pavia (laurea in filosofia), Francoforte e Ginevra (dottorato in filosofia). Si è occupato inizialmente del pensiero di Lukàcs e della Scuola di Budapest. In seguito i suoi interessi si sono rivolti al pensiero dei filosofi Karl-Otto Apel e Jürgen Habermas, con particolare attenzione alla filosofia del linguaggio. Attualmente le sue ricerche vertono su problemi di filosofia morale.

È autore del volume Ragione e comunicazione. Pensiero e linguaggio nella filosofia di K.-O. Apel e J. Habermas (Guerini e Associati, Milano 1999) e del volume Etica fra ragione e sensibilità (pubblicazione prevista presso Carocci, Roma).

 

<<< Attività 2008

Repost 0
Published by filosofia-sfsi - in Attività 2008
scrivi un commento
15 maggio 2008 4 15 /05 /maggio /2008 19:35

L'incontro prende spunto dal volume

Il disincanto della scienza. Gianmaria Ortes (1713-1790): l'"economia nazionale" contro i lumi

di Paolo Farina

(Marsilio, Venezia 2007)

2008 Farina

Giovedì 15 maggio 2008, ore 18.15

Biblioteca Salita dei Frati Lugano

 

Interverranno: Paolo FarinaPiero del Negro (Università di Padova)

Introduzione: Virginio Pedroni

 

Il libro

Giammaria Ortes, figura di rilievo nel panorama settecentesco, imbevuto di cultura illuministica, fu tuttavia critico implacabile delle “imposture” e degli “idoli”, in particolare dell’idea secondo cui sarebbe realizzabile un maggior benessere in ogni stato sociale in virtù dello smithiano improvement. In questo orizzonte critico Ortes si occupa di una scienza tipicamente ‘moderna’ come l’economia, che diviene strumento di radicale messa in questione delle pratiche economico-sociali legate ai tentativi di riforma della società di ancien régime.Il libro, arricchito da un’appendice con l’edizione critica di uno scritto inedito della maturità di Ortes, il Discorso sull’Economia nazionale, si colloca nel filone di indagini, oggi vivissime, sull’altro Settecento: il ‘Settecento estraneo ai Lumi’, ma ancora più il “Settecento antilluministico’, in vista di arricchire e di determinare meglio la comprensione del secolo XVIII nel suo insieme. [Dalla presentazione del volume]

 

L'autore

Paolo Farina vive e lavora in Ticino, dove ha insegnato filosofia presso il Liceo cantonale di Lugano 1. Si è occupato della nascita della scienza moderna nell’area del cartesianesimo olandese, dell’utopia francese del secondo Seicento, della riflessione politica, sociale ed economica sei-settecentesca. Ha pubblicato saggi nella “Rivista critica di storia della filosofia” e nel “Giornale critico della filosofia italiana” ed un libro su John Locke (Pensare il mondo che cambia. Uno studio su economia e politica il John Locke, Guerini, Milano 1996).

 

Il relatore

Piero Del Negro, professore dal 1970 all’Università di Padova, insegna dal 1990 Storia militare (Storia moderna). È stato presidente del Centro interuniversitario di studi e ricerche storico-militari dal 1989 al 2001 e ne è attualmente vice-presidente. Rappresenta dal 2000 l’Italia nel Bureau della Commissione internazionale di storia militare ed è il membro civile della Commissione italiana di storia militare. Dal 1992 al 2001 è stato - ed è ritornato ad esserlo nel 2007 - direttore del Centro per la storia dell’Università di Padova; dirige, insieme a Gregorio Piaia, la rivista “Quaderni per la storia dell’Università di Padova”; dal 1996 è vice-presidente del Centro interuniversitario di storia delle Università italiane. È socio effettivo della Deputazione di storia patria per le Venezie e socio corrispondente dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti. Ha dedicato la sua attenzione soprattutto alla storia di Venezia e del Veneto in età moderna e nell’Ottocento, alla storia militare italiana dal Cinquecento alla prima guerra mondiale e alla storia dell’Università di Padova.Si ricordano, tra le monografie, Il mito americano nella Venezia del Settecento (1986) e Guerra ed eserciti da Machiavelli a Napoleone (2007). Negli ultimi anni ha curato una Guida alla storia militare italiana (1997), L’amante militare di Carlo Goldoni(1999), Il Liceo di Padova di Charles Patin (2000), L’Università di Padova. Otto secoli di storia (2001), I collegi per studenti dell’Università di Padova. Una storia plurisecolare (2003), gli Atti dei seminari su Lo spirito militare degli Italiani (2002) e La storiografia militare in Francia e in Italia negli ultimi vent’anni. Due esperienze a confronto (2003); inoltre con Paolo Preto, il vol. VIII (L’ultima fase della Serenissima) della Storia di Venezia (1998); con Giampietro Berti Al di qua e al di là del Piave. L'ultimo anno della Grande Guerra (2001); con Francesco Piovan L'Università di Padova nei secoli (1601-1805). Documenti di storia dell'Ateneo (2002) e Saggi intorno alle cose sistematiche dello Studio di Padova di Matteo Giro (2003); con Gian Paolo Brizzi e Andrea Romano una Storia delle Università italiane (2007). Su Ortes si ricordano il saggio “L’ “economia nazionale” di Giammaria Ortes, in G.L. Fontana, A. Lazzaroni (a cura di) Veneto e Lombardia tra rivoluzione giacobina ed età napoleonica. Economia, territorio, istituzioni, (1992) e la cura del volume Giammaria Ortes. Un ‘filosofo’ veneziano del Settecento, (1993).

 

<<< Attività 2008

Repost 0
Published by filosofia-sfsi - in Attività 2008
scrivi un commento
26 febbraio 2008 2 26 /02 /febbraio /2008 19:20

CAFE' PHILO*

Il Caffè è un’accademia platonica. (...) in quest’accademia non si insegna
niente, ma si imparano la socievolezza e il disincanto. Si può chiacchierare,
raccontare, ma non è possibile predicare, tenere comizi, far lezione.
Claudio Magris, Microcosmi

 

*un luogo e un momento in cui trovarsi a discutere assieme di temi svariati, in un’atmosfera conviviale, per il piacere dello scambio, del dubbio e del pensiero condiviso. Un’occasione per riflettere filosoficamente su argomenti non solo seri, come il disordine; il tempo; la promessa; memoria e oblio; libertà e determinismo; lo sguardo dell’altro; la tecnica; la vita quotidiana…

Gli incontri si terranno una volta al mese, il martedì dalle 18.30 alle 20.00

Entrata (e uscita) libera. Per informazioni: 078 818 66 00

Café-Philo di Primavera

presso il Biblio-Café Tra, via Castausio 3, Lugano

Martedì 26 febbraio 2008

L'Attesa

Introduzione: Guenda Bernegger

Martedì 1° aprile 2008

Dove cominciano gli altri

Introduzione: Lorenzo Bonoli

Martedì 29 aprile 2008

Gli spazi del Pudore

Introduzione: Jean-Claude Luvini e Guenda Bernegger

scarica la locandina

 

 

 

Café-Philo d'Autunno

Ristorante Olimpia, Piazza Manzoni, Lugano (saletta 1.o piano)

Martedì 30 settembre 2008

Il silenzio

Introduzione: Maurizio Chiaruttini

Martedì 21 ottobre 2008

Guerra fra natura e Cultura

Introduzione: Gianni Gentile

Martedì 2 dicembre 2008

L'attenzione

Introduzione: Guenda Bernegger

scarica la locandina

 

 

<<< Attività 2008

Repost 0
Published by filosofia-sfsi - in Attività 2008
scrivi un commento