Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 settembre 2016 1 19 /09 /settembre /2016 15:54

Dialettica dell’Illuminismo di Max Horkheimer e Theodor W. Adorno

(ciclo di incontri)

4 - 25 ottobre 2016

 

 

 

 

 

L’illuminismo, nel senso più ampio di pensiero in continuo progresso, ha perseguito da sempre l’obiettivo di togliere agli uomini la paura e di renderli padroni. Ma la terra interamente illuminata splende all’insegna di trionfale sventura.

 

Scritto negli Stati Uniti nella prima metà degli anni ’40, Dialettica dell’Illuminismo affronta uno degli interrogativi più radicali posti dalla storia della civiltà occidentale: come sia accaduto all’umanità di tornare a sprofondare nella barbarie invece di progredire verso “uno stato veramente umano”. E la risposta è altrettanto radicale, perché Adorno e Horkheimer non si limitano a tentare di spiegare il nazismo, ma ravvisano nella società di massa americana che li ha accolti le stesse strutture totalitarie che sono all’opera nelle dittature fasciste da cui sono fuggiti, e ne individuano i germi alle origini stesse della civiltà.

 

Lo stesso pensiero illuminista che ha permesso all’uomo di svincolarsi dalla natura e di concepirsi come uomo ha finito per dissolverlo fra le maglie dell’ingranaggio onnipervasivo della società tota-litaria. Per questo – sostengono i due autori francofortesi - l’Illuminismo deve tornare a riflettere su se stesso e sulla propria storia. Deve divenire cosciente del proprio momento regressivo per non per-dere definitivamente il rapporto con la verità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dialettica dell’Illuminismo è per l’appunto il tentativo di compiere questa estrema, e potenzialmente contraddittoria, operazione di au-tocritica dell’Illuminismo. Per questa ragione il libro non ha – e forse non poteva avere – la forma dell’opera sistematica, ma si pre-senta – sin dal sottotitolo – come una raccolta di Frammenti filoso-fici. A un’introduzione generale sul “Concetto di illuminismo”, se-guono due Excursus storici sul rapporto fra mito e illuminismo da un lato e illuminismo e morale dall’altro, e due capitoli dedicati all’interpretazione filosofica di due fenomeni essenziali della so-cietà tardo capitalista: la nascita dell’industria culturale e l’esplosione dell’antisemitismo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per avvicinarsi a quest’opera capitale del pensiero del ‘900, ma anche per discuterne e per riflettere sulla sua eventuale attualità, la SFSI propone un ciclo di quattro incontri. Tre serate animate da mem- bri del Comitato e aperte a tutti gli interessati proporranno una lettura commentata delle varie sezio-ni del testo, che verrà affrontato nella traduzione italiana di Renato Solmi (Torino, Einaudi, 1966-2010). Una conferenza finale, tenuta dal prof. Paolo Farina, sarà invece dedicata all’influsso eserci-tato dal libro di Adorno e Horkheimer sulla storiografia dell’illuminismo.

 

Gli incontri si svolgeranno presso la Biblioteca del Liceo cantonale di Lugano 1 (Palazzo degli Studi, Viale Cattaneo, 6900 Lugano, 1° piano), alle 20.15, secondo il seguente calendario:

 

Martedì 4 ottobre

Concetto di illuminismo.

A cura di Virginio Pedroni.

Martedì 11 ottobre

Excursus I: Odisseo, o mito e illuminismo.

Excursus II: Juliette, o Il-luminismo e morale.

A cura di Tiziano Moretti.

Martedì 18 ottobre

L’industria culturale. Elementi dell’antisemitismo.

A cura di Cristina Savi.

Martedì 25 ottobre

Horkheimer, Adorno e l’ircocervo: ovvero, l’«illuminismo» nell’intreccio tra filosofia e storia.

A cura di Paolo Farina.

 

<<< Attività 2016

Condividi post

Repost 0
Published by filosofia-sfsi
scrivi un commento

commenti