Overblog
Segui questo blog
Administration Create my blog
20 settembre 2016 2 20 /09 /settembre /2016 08:16

LETTURA DI UN CLASSICO

Max Horkheimer e Theodor W. Adorno,

Dialettica dell’Illuminismo

(ciclo di incontri dal 4 al 25 ottobre 2016)

>>> Dettagli

 

CICLI & INCONTRI

 

CONFERENZE

 

DISCUTERE DI FILOSOFIA

 

PRESENTAZIONI

 

CAFE'-PHILO

>>> Primavera

>>> Autunno

 

Published by filosofia-sfsi - in attivita-2016
scrivi un commento
19 settembre 2016 1 19 /09 /settembre /2016 15:54

Dialettica dell’Illuminismo di Max Horkheimer e Theodor W. Adorno

(ciclo di incontri)

4 - 25 ottobre 2016

 

 

 

 

 

L’illuminismo, nel senso più ampio di pensiero in continuo progresso, ha perseguito da sempre l’obiettivo di togliere agli uomini la paura e di renderli padroni. Ma la terra interamente illuminata splende all’insegna di trionfale sventura.

 

Scritto negli Stati Uniti nella prima metà degli anni ’40, Dialettica dell’Illuminismo affronta uno degli interrogativi più radicali posti dalla storia della civiltà occidentale: come sia accaduto all’umanità di tornare a sprofondare nella barbarie invece di progredire verso “uno stato veramente umano”. E la risposta è altrettanto radicale, perché Adorno e Horkheimer non si limitano a tentare di spiegare il nazismo, ma ravvisano nella società di massa americana che li ha accolti le stesse strutture totalitarie che sono all’opera nelle dittature fasciste da cui sono fuggiti, e ne individuano i germi alle origini stesse della civiltà.

 

Lo stesso pensiero illuminista che ha permesso all’uomo di svincolarsi dalla natura e di concepirsi come uomo ha finito per dissolverlo fra le maglie dell’ingranaggio onnipervasivo della società tota-litaria. Per questo – sostengono i due autori francofortesi - l’Illuminismo deve tornare a riflettere su se stesso e sulla propria storia. Deve divenire cosciente del proprio momento regressivo per non per-dere definitivamente il rapporto con la verità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dialettica dell’Illuminismo è per l’appunto il tentativo di compiere questa estrema, e potenzialmente contraddittoria, operazione di au-tocritica dell’Illuminismo. Per questa ragione il libro non ha – e forse non poteva avere – la forma dell’opera sistematica, ma si pre-senta – sin dal sottotitolo – come una raccolta di Frammenti filoso-fici. A un’introduzione generale sul “Concetto di illuminismo”, se-guono due Excursus storici sul rapporto fra mito e illuminismo da un lato e illuminismo e morale dall’altro, e due capitoli dedicati all’interpretazione filosofica di due fenomeni essenziali della so-cietà tardo capitalista: la nascita dell’industria culturale e l’esplosione dell’antisemitismo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per avvicinarsi a quest’opera capitale del pensiero del ‘900, ma anche per discuterne e per riflettere sulla sua eventuale attualità, la SFSI propone un ciclo di quattro incontri. Tre serate animate da mem- bri del Comitato e aperte a tutti gli interessati proporranno una lettura commentata delle varie sezio-ni del testo, che verrà affrontato nella traduzione italiana di Renato Solmi (Torino, Einaudi, 1966-2010). Una conferenza finale, tenuta dal prof. Paolo Farina, sarà invece dedicata all’influsso eserci-tato dal libro di Adorno e Horkheimer sulla storiografia dell’illuminismo.

 

Gli incontri si svolgeranno presso la Biblioteca del Liceo cantonale di Lugano 1 (Palazzo degli Studi, Viale Cattaneo, 6900 Lugano, 1° piano), alle 20.15, secondo il seguente calendario:

 

Martedì 4 ottobre

Concetto di illuminismo.

A cura di Virginio Pedroni.

Martedì 11 ottobre

Excursus I: Odisseo, o mito e illuminismo.

Excursus II: Juliette, o Il-luminismo e morale.

A cura di Tiziano Moretti.

Martedì 18 ottobre

L’industria culturale. Elementi dell’antisemitismo.

A cura di Cristina Savi.

Martedì 25 ottobre

Horkheimer, Adorno e l’ircocervo: ovvero, l’«illuminismo» nell’intreccio tra filosofia e storia.

A cura di Paolo Farina.

 

<<< Attività 2016

Published by filosofia-sfsi
scrivi un commento
19 settembre 2016 1 19 /09 /settembre /2016 12:03

Café-Philo*

Il Caffè è un'accademia platonica (...) in quest'accademia non s'insegna niente, ma si imparano la socievolezza e il disincanto. Si può chiacchierare, raccontare, ma non è possibile predicare, tenere comizi, far lezione.

Claudio Magris, Microcosmi *

 

 

Un luogo e un momento in cui trovarsi a discutere assieme di temi svariati, in un'atmosfera conviviale, per il piacere dello scambio, del dubbio e del pensiero condiviso. Un'occasione per riflettere filosoficamente su argomenti non solo seri, come il disordine; il tempo; la promessa; memoria e oblio; libertà e determinismo; lo sguardo dell'altro; la tecnica; la vita quotidiana ...)

 

Gli incontri si terranno il giovedì dalle 18.30 alle 20.00 presso il Circolo Turba, in via Cattedrale 11 (al primo piano), a Lugano

 

Giovedì 13 ottobre 2016

Non mostrare quella foto nell’epoca dei social

Introduce Alessandra Spataro

Giovedì 17 novembre 2016

Il Café di una volta

Introduce Guenda Bernegger

Giovedì 15 dicembre 2016

Il silenzio

Introduce Sebastiano Caroni

 

Entrata e uscita libera                                                          Per informazioni 076 679 98 69

 

 

<<< Attività 2016

Published by filosofia-sfsi
scrivi un commento
17 febbraio 2016 3 17 /02 /febbraio /2016 19:30

Gli incontri si terranno dalle 18.30 alle 20.00 presso il Circolo Turba, via Catterale 11 (1.o piano), Lugano

Giovedì 14.01.2016

La ricerca dell'ideale

Introduce Paolo Cicale

Giovedì 18.02.2016

Chi ha paura dell'altro?

Introduce Tiziano Moretti

Giovedì 17.03.2016

Valori

Introduce Brenno Bernardi

Giovedì 14.04.2016

Vittime

Introduce Cristina Savi

Giovedì 12.05.2016

Il disordine

Introducono Guenda Bernegger e Claudio Mustacchi

 

 

 

Entrata e Uscita libera                                                                per informazioni 076 679 98 69

 

<<< Attività 2016

Published by filosofia-sfsi - in Attività 2016
6 giugno 2015 6 06 /06 /giugno /2015 10:03
       

LETTURA DI UN CLASSICO

    

In preparazione


CICLI & INCONTRI


 

CONFERENZE

 
 

DISCUTERE DI FILOSOFIA

 
 

PRESENTAZIONI

   

 


CAFE'-PHILO

 

>>> Primavera

 

 
  Autunno

 

 

 

 

Published by filosofia-sfsi - in Attività 2015
scrivi un commento
13 maggio 2015 3 13 /05 /maggio /2015 13:57

Café-Philo*

 

Il Caffè è un’accademia platonica. (...) in quest’accademia non si insegna
niente, ma si imparano la socievolezza e il disincanto. Si può chiacchierare,
raccontare, ma non è possibile predicare, tenere comizi, far lezione.
Claudio Magris, Microcosmi

 

*un luogo e un momento in cui trovarsi a discutere assieme di temi svariati, in un’atmosfera conviviale, per il piacere dello scambio, del dubbio e del pensiero condiviso. Un’occasione per riflettere filosoficamente su argomenti non solo seri, comeil disordine; il tempo; la promessa; memoria e oblio; libertà e determinismo; lo sguardo dell’altro; la tecnica; la vita quotidiana…

 

 

Café-Philo di Primavera

 

Ristorante Olympia in Piazza Riforma a Lugano (primo piano):

Mercoledì 11 febbraio 2015

Gastrosofia: cucina e gerarchia dei sensi

 

Introduzione: Gianni Gentile

Mercoledì 11 marzo 2015

Tolleranza

 

Introduzione: Tiziano Moretti

Mercoledì 11 aprile 2015

Tempo

 

Introduzione: Brenno BernardiS

Spazio Turba in via Cattedrale 11 a Lugano (primo piano):

Mercoledì 20 maggio 2015

Il filosofo con l'orecchino di perla:

bijoux, apparenze e altre frivolezze

 

Introduzione: Guenda Bernegger e Manuel Bergamelli

 
Entrata (e uscita) libera
Per informazioni: +41766799869

Café-Philo d'Autunno

In allestimento
In allestimento
In allestimento

 

<<< Attività 2015

 

Published by filosofia-sfsi - in Attività 2015
scrivi un commento
23 aprile 2015 4 23 /04 /aprile /2015 18:52

L’Assemblea dei soci della Società Filosofica della Svizzera Italiana è convocata per:

Martedì 28 aprile 2015, alle ore 18.30
presso il Liceo Cantonale di Lugano 1, Viale Cattaneo 4, 6900 Lugano

 
con il seguente ordine del giorno:


1. Nomina del presidente del giorno
2. Relazione della presidente della SFSI
3. Relazione sulla situazione finanziaria
4. Discussione generale
5. Approvazione dell’attività del Comitato e dei conti consuntivi
6. Nomina dei membri del Comitato
7. Eventuali
Per il diritto di voto e di eleggibilità fa stato il pagamento della quota di socio 2015 o 2014.


Per il Comitato della SFSI
La presidente: Cristina Savi

 

<<< Attività 2015

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Published by filosofia-sfsi - in Attività 2015
10 dicembre 2014 3 10 /12 /dicembre /2014 13:34
       

LETTURA DI UN CLASSICO

 

Michel Foucault, L'ordine del discorso

Letture con Cristina Savi, Tiziano Moretti, Lorenzo Bonoli

 

7-21 ottobre 2014

>>> Dettagli

2014-2 Sartre-Foucault 29

CICLI & INCONTRI

 

Sensi del Silenzio

Nell'ambito del ciclo di conferenze, attività ed esposizioni previste dal 11 ottobre al 20 dicembre 2014

 

La SFSI organizza una conferenza con

 

Roberto Mancini

 

giovedì 23 ottobre 2014 

 

>>> Dettagli

 

CONFERENZE

 
 

DISCUTERE DI FILOSOFIA

 
 

PRESENTAZIONI

 

 

Brenno Bernardi, Jean Paul Sartre e la Svizzera

 

Bellinzona, martedì 2 dicembre 2014, ore 18.30

>>> Dettagli della serata

>>> Il volume

<<< LaRegioneTicino del 29.11.2014

 

Copertina

CAFE'-PHILO

 

Primavera

Scienza, credenza sapienza (Gianni Gentile)

Autorità (Virginio Pedroni)

Uomini e cose (Alessandra Spataro)

Animali (Tiziano Moretti)

 
  Autunno

Sorvegliare e punire (ricordando Foucault) (Brenno Bernardi)

Democrazia (il popolo ha sempre ragione) (Virginio Pedroni)

Il dono (azzeccato, sbagliato, avvelenato) (Guenda Bernegger)

>>> Programma Primavera & Autunno

>>> Locandina Autunno

 

 

 

Published by filosofia-sfsi - in Attività 2014
scrivi un commento
29 novembre 2014 6 29 /11 /novembre /2014 20:03

2014 Laregione

            >>> Vai all' "intervista"                                                              >>> Vai all' "Ospite"

 

 

<<< Presentazione del libro

<<< Attività 2014

Published by filosofia-sfsi - in Attività 2014
scrivi un commento
27 novembre 2014 4 27 /11 /novembre /2014 20:03

LaRegioneTicino del 29 novembre 2014

Grazie al celebre romanzo di Orwell, il 1984 è stato a lungo una data-simbolo del futuro: un futuro distopico, segnato dal totalitarismo e dalla dissoluzione della sfera privata, dal controllo sistematico degli individui e della comunicazione, dall'impoverimento della lingua e dalla fine del libero pensiero.  Per un curioso scherzo del destino la Società Filosofica della Svizzera Italiana - un'associazione volta a promuovere l'informazione, il dibattito e la riflessione filosofici alla quale possono liberamente aderire tutti gli interessati - ha scelto proprio il 1984 per venire al mondo. E, per una strana accelerazione della storia successiva, quell'anno che aveva a lungo simboleggiato il futuro sembra sprofondare in un passato remoto ora che ci volgiamo all’indietro per misurare il cammino percorso. Quando il 22 febbraio del 1984 la SFSI tenne la sua assemblea costitutiva al Liceo di Bellinzona in aula non c'erano né laptop né beamer. I partecipanti non avevano dovuto spegnere i cellulari perché nelle loro tasche c'erano solo i soliti vecchi oggetti: chiavi, portamonete, qualche foglio e quasi certamente una penna. E proprio con una penna - forse una stilografica - il verbalista deve aver annotato le decisioni prese prima di battere a macchina il testo definitivo. Possiamo immaginarlo anche mentre invia il documento ai soci della neonata associazione: lo fotocopia, lo imbusta, appiccica i francobolli, per poi affidarsi fiducioso alle PTT. Già, perché nel 1984 ci sono ancora le regie federali e nessuno sogna le comodità dell’e-mail. Internet è una realtà circoscritta sconosciuta ai più. Molte altre cose stanno per tramontare, mentre il nuovo è solo agli inizi. Anche la Svizzera italiana è sulla soglia di grandi trasformazioni. La galleria autostradale del S. Gottardo è aperta ormai da quattro anni e il Ticino sembra più vicino al resto della Svizzera. Al varco, però, lo attende la Lega che dagli anni ’90 modificherà progressivamente l’autocoscienza cantonale erigendo barriere ben più impenetrabili di quella alpina. Il territorio è ancora sprovvisto di istituzioni accademiche – l’USI  nascerà nel ‘96 – e alla gloria della filosofia provvedono soprattutto alcuni docenti liceali e della Scuola magistrale.  La SFSI è nata in questo “mondo di ieri”, un mondo in cui le idee e il sapere avevano un altro tipo di circolazione, la comunicazione seguiva altri ritmi e persino le parole “Filosofia” e “Svizzera italiana” avevano un significato diverso da quello attuale, perché in Ticino c’erano meno filosofi e, d’altra parte, ci sentivamo tutti più svizzeri. Si trattava di fare a Sud delle Alpi quel che nei cantoni universitari romandi e svizzero tedeschi accadeva da decenni - diffondere l’interesse per la filosofia - e di farlo allacciando i rapporti con la Società svizzera.  Per diversi anni la SFSI è rimasta l’unica voce filosofica istituzionale della Svizzera italiana e questo ha influito a lungo sulla sua attività. Abbiamo organizzato convegni e seminari per addetti ai lavori, ospitato simposi della Società Svizzera di Filosofia, promosso pubblicazioni e scambi fra ricercatori. D’altra parte però non siamo rimasti insensibili alle rivoluzioni nell’ambito del sapere e della comunicazione e alle trasformazioni del contesto locale. Così l’attenzione per il pubblico di non specialisti è andata rafforzandosi e, nell’ultimo decennio, ha finito per divenire prioritaria.  Oggi l’attività della SFSI di maggior richiamo è ormai il Café Philo: una pratica filosofica collettiva nata in Francia negli anni ’90, che si è diffusa un po’ ovunque. Seduti attorno a un tavolo, i convenuti si interrogano sulle incertezze del presente e dibattono le grandi questioni filosofiche poste dalla vita quotidiana. E forse non è un caso che sempre più spesso a suscitare le discussioni più accese siano temi che avrebbero appassionato Orwell. Perché definitivamente passato è il 1984 storico, non quello immaginato dal romanziere britannico. Ed anche per questo è bene che la Società Filosofica continui ad esistere. 
C. Savi
Published by filosofia-sfsi - in Attività 2014
scrivi un commento